Come scegliere la power bank giusta

Come scegliere la power bank giusta

Pubblicato il : 02/07/2019 - Categorie : prodotti

Le power bank, nome familiare e ormai univoco per indicare le batterie portatili, sono dei dispositivi utilissimi e quasi indispensabili, utilizzati per ricaricare lo smartphone in qualsiasi momento e in qualsiasi posizione. In questo modo è diventato un elemento imprescindibile della nostra quotidianità per la loro caratteristica “salvatrice” nei momenti di emergenza in cui dobbiamo utilizzare lo smartphone e siamo però a corto di batteria e sprovvisti di carica batteria o punti di accesso per poter ricaricare tramite corrente. Tanta la varietà in commercio di questo dispositivo entrato ufficialmente nelle consuetudini ma come scegliere la power bank giusta per noi e per il nostro smartphone? Vediamolo insieme in questa guida.

Gli elementi da valutare prima dell’acquisto della power bank

Elemento imprescindibile per acquistare la power bank giusta è la capacità del dispositivo che andremo a ricaricare. La capacità delle batterie degli smartphone si misura in milliampere-ora (mAh), e con questo dato, più elevato è il numero di mAh di batteria del nostro smartphone, tablet e più elevato sarà il bisogno di carica di energia e il suo immagazzinamento. Per conoscere la capacità del dispositivo basterà cercare le informazioni delle caratteristiche su google o leggendo sulla batteria del proprio smartphone.

Le tipologie di Power Bank 

Dopo l’elemento fondamentale per scegliere la power bank giusta andranno valutate le esigenze personali e il modo in cui maggiormente sarà utilizzata. In base alle proprie necessità si potrà dunque scegliere tra power bank tascabili: piccoli e in genere con poca capacità (max 5000 mAh), ideali per chi non ha bisogno di elevate capacità; power bank sottili: ideali per la comodità di trasporto, anche per power bank grandi; power bank di elevate capacità: offrono più ricariche per uno smartphone e possono caricare anche più dispositivi simultaneamente. Ovviamente il grande vantaggio di questi dispositivi è la loro immensa capacità energetica, pronta a ricaricare anche un portatile e più tablet. L’unico svantaggio è rappresentato dalla praticità.

Quale Power bank scegliere? 

La capacità e il nostro bisogno, come su indicato, sono le valutazioni importanti per determinare l’acquisto della power bank, oltre il prezzo. La cosa migliore è prendere in considerazione fondamentale la capacità in mAh del nostro smartphone. A questo punto esistono tre alternative: se intendiamo la power bank come un’stensione unica ed esclusiva per ricaricare lo smartphone personale solo nei casi di emergenza potrete optare per una power bank con capacità simile a quella del vostro dispositivo. In questo modo nei momenti di emergenza si potrà contare su una fornitura per la batteria tra l’80 e il 100% di carica.  Se quello che vogliamo è una batteria che ci fornisca, oltre ad una ricarica completa, anche una ricarica extra, dobbiamo prendere allora una power bank con capacità superiore rispetto alla capacità in mAh dello smartphone. Infine, ci sono delle volte nelle quali vogliamo ricaricare più di un dispositivo alla volta. Perciò, esistono batterie da 10000 mAh e 40000 mAh che ci permettono di ricaricare i nostri dispositivi (tra uno e tre comunemente) in simultanea. 

Condividi

Aggiungi un commento

 (con http://)